Chi Siamo



INSUBRIA ANTIQUA è un’associazione storico-culturale e sportiva che nasce nel 2014 dalla collaborazione di un affiatato gruppo di amici che da tempo operavano e collaboravano tra loro, con passione, nel campo della ricerca archeologica, della storia antica, delle arti dell’arcieria e della scherma medievale, della didattica, promuovendo e divulgando il frutto delle loro ricerche attraverso l’attività in workshop, mostre e convegni, attività didattiche e di rievocazione storica (Living History e Reenactment).

L’Associazione ha lo scopo di promuovere e favorire la Cultura, la Storia, l’Archeologia Sperimentale, le attività sportive di scherma medievale e arcieria antica, mediante la ricerca, lo studio, la sperimentazione ed in fine la corretta divulgazione.

Organizza eventi ad essi legati o partecipa ad eventi di interesse nazionale ed internazionale.

I periodi storici trattati nella rievocazione storica sono: Celti della Seconda età del Ferro (IV-II sec. a.C.), Longobardi (VI-VII sec.d.C.), Normanni, Sassoni, Vichinghi (IX-XI sec.d.C.). In oltre a livello didattico e di Archeologia Sperimentale l’associazione si occupa anche del periodo preistorico.

Per quanto concerne il periodo celtico e longobardo, Insubria Antiqua si dedica prevalentemente allo studio dei Celti Insubri e dell’arimannia longobarda presente nel territorio del Seprio, in particolare analizzando i materiali provenienti dalla ricca necropoli gallo-romana di via Roma, dal ripostiglio celtico di via Beltrami e dalla necropoli longobarda di viale Vanoni ad Arsago Seprio (VA).

Dopo un attento studio, nel quale i manufatti sepriesi vengono messi a confronto con quelli coevi di altre aree geografiche italiane ed estere, ci si dedica alla Ricostruzione. Le principali tematiche sono l’abbigliamento, i monili e le armi, oltre alla lavorazione dei metalli, della ceramica e alle metodologie di filatura, tintura dei filati e tessitura.

I risultati ottenuti l’associazione li riversa, divertendosi e facendo divertire e appassionare lo spettatore, in dimostrazioni, stages, laboratori didattici per bambini e workshop per adulti di:

Artigianato (lavorazione ceramica e metodi di cottura della stessa, lavorazione del cuoio/legno, lavorazione della selce, battitura della moneta, tintura dei filati, tessitura a tavolette, lucet, nålbindning, erboristeria, cucina).

Scherma e combattimento storico (spada-scudo, lancia, ascia, sax, arcieria).

Arcieria storica (preistorica, protostorica, medievale).

Viene svolta anche attività di Living History (far rivivere la storia) e Reenactment (ricostruzione storica), due ambiti ben distinti, ma anche due attività svolte contemporaneamente il cui connubio è fondamentale per sviluppare una seria divulgazione didattica e Rievocazione Storica.

L’accampamento storico, l’abbigliamento dei componenti del gruppo, tutti i manufatti presenti, le armi e armamenti utilizzati, anche in questo caso sono riprodotti il più fedelmente possibile mediante attività di ricerca, studio, e meticolosa ricostruzione da reperti originali.

Grazie alla figura specifica di Cristiano Brandolini, archeologo, studioso e ricostruttore, l'associazione ha avviato un programma di collaborazione con il Museo Archeologico di Arsago Seprio, studiando e ricostruendo alcuni elementi presenti nei corredi funebri delle sepolture nella Necropoli Longobarda, e alcune armi provenienti dal ripostiglio lateniano di via Beltrami (T233), conservati nel Museo Archeologico sorto a fianco dell'area sepolcrale longobarda.

L'attività di studio e ricostruzione va ad inserirsi in un progetto ben più ampio, ovvero la ricostruzione di un gruppo familiare appartenente alle due epoche prese in esame, seconda età del Ferro e periodo longobardo. 

In epoca lateniana si ricostruisce un touta celta (comunità famigliare) di IV-II secolo a.C. appartenente alla tribù dei Bituriges facenti parte della grande comunità degli Insubres (insieme di più tribù stanziate nel terriotrio chiamato Insubria).
Al touta che si cerca di ricostruire abbiamo voluto dare il nome di “Touta Artiacus”, rifacendosi ad uno degli studi toponomastici riferiti all'origine del nome di Arsago. Tale studio fa riferimento a una probabile radice celtica assimilabile alla parola Artio o Artios, cioè “orso”. La figura dell'orso tra i Celti era spesso associata alla divinità di Artiona, (si noti ad esempio il caso della città svizzera di Berna), il che potrebbe far ipotizzare nel caso arsaghese che l'antico nome del villaggio fosse Artiaco, inteso come il villaggio dell'orso o delle genti devote all'orso

Per quanto concerne il periodo longobardo, si ricostruisce un nucleo famigliare arimannico denominato “Fara Sebrio”. Tale arimannia era presente ad Arsago (ducato del Seprio) tra la fine del VI e la prima metà del VII secolo d.C, ben testimoniata dai reperti rinvenuti all'interno delle sepolture della Necropoli Longobarda locale e nelle vicine località di Castelseprio e Castelnovate.

Per ogni periodo storico trattato, vengono affrontate diverse tematiche di ricerca e studio: abbigliamento, artigianato, alimentazione, spiritualità, mediante l'utilizzo di strumenti e concetti appartenenti all'Archeologia Sperimentale, con l’obiettivo di produrre divulgazione, fornendo un valido supporto scientifico alla Ricostruzione Archeologica.

La seria ricerca scientifica (bibliografica, museale e di sperimentazione) è alla base di ogni nostra attività. 

L'associazione collabora con istituzioni museali quali il Civico Museo Archeologico di Arsago Seprio (VA) e il Civico Museo Archeologico “P. Giovio” di Como, è organizzatrice di una delle tre tappe italiane del Campionato Europeo di Tiro per Armi da caccia Preistoriche e del WAA il campionato del mondo di tiro di precisione con il propulsore. 

Fa parte del gruppo Stirpis Langobardorum, Lethang della Reenactment Society The Vikings Italy, la quale è una Felag di Reenactment Society The Vikings UK, organizzazione inglese che si occupa di ricerca, studio e ricostruzione storica, in collaborazione anche con l'English Heritage.

L'associazione per l'attività di scherma e arcieria che svolge, è registrata nell'albo delle associazioni sportive del CONI.


CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente: Sig. Cristiano Brandolini

Vice-presidente: Sig.ra Ambra Mauratelli

Segretario: Sig. Ugo Palaoro

Tesoriere: Sig.ra Laura Veronica Pilo

Direttore Sportivo: Sig. Davide Silvera

Consigliere: Sig.ra Rosita Battaglia

Consigliere: Sig. Gianluca Panachia


L'associazione Insubria Antiqua è ufficialmente riconosciuta come Associazione Arsaghese ed inserita nell'elenco comunale.

http://www.comune.arsagoseprio.va.it/home/Associazioni/Cultura/antiqua.html



 

I loghi dell'associazione: lo stemma ufficiale associativo e il vessillo usato in ambito longobardo (fara Sebrio).

Contatore accessi gratuito